t33 è una società Carbon Neutral


Dal 2010 la società t33 si impegna ad abbattere la propria impronta ecologica (Carbon footprint) e raggiungere un buon livello di sostenibilità ambientale. Per raggiungere questi obiettivi, t33 ha stimato nel tempo le emissioni di CO2 derivanti dalle varie attività aziendali.


Fino al 2020, la tipologia di emissioni non è sostanzialmente cambiata nel tempo. La maggior parte delle emissioni è stata prodotta in primo luogo dagli spostamenti per le trasferte dei dipendenti (prevalentemente con aereo e treno), dagli spostamenti casa-lavoro e, in misura minore, dai consumi di gas naturale e elettricità.
 
Tuttavia, a causa della pandemia di Covid 19, nel 2020 e nel 2021 gli spostamenti e il pendolarismo sono stati notevolmente ridotti (quasi a zero), mentre lo smart-working è cresciuto notevolmente. In questo contesto, una parte significativa delle emissioni di CO2 deriva dall'utilizzo di Internet, delle piattaforme cloud e di tutte le altre tecnologie digitali, che hanno un impatto che non può essere trascurato.
 
Per l'anno 2021, t33 ha stimato emissioni di CO2 pari a 21.846 tonnellate.
 
Nell’ottica di azzerare la propria Carbon footprint, ogni anno t33 ricorre innanzi tutto a pratiche per la riduzione interna delle emissioni. Dal momento però che la tipologia delle attività aziendali svolte non permette un azzeramento delle emissioni prodotte, t33 deve ricorrere al meccanismo di compensazione.
 
t33 ha deciso di neutralizzare le proprie emissioni per l’anno 2021 tramite crediti di carbonio realizzati da progetti di agricoltura sostenibile. I crediti usati sono stati certificati dall’ente di terza parte ICIM SpA, e rilasciati grazie alla collaborazione con Agatheia Srl.

crediti acquistati hanno completamente neutralizzato le tonnellate di CO2 emesse nel 2021.